Firefox Lorentz. Ora anche Firefox esegue i plugin in processi separati

Dopo Explorer e Chrome era ora che anche Firefox iniziasse a seguire la strada di far eseguire i plugin in processi separati da quello del browser.

Eseguire i plugin in processi separati vuol dire aumentare di molto la stabilità del browser. Nel caso un plugin vada in crash non sarà più necessario riavviare il browser e non si perderà quello che in quel momento si stava facendo.

Nella maggior parte dei casi sarà sufficiente restartare il plugin per tornare all’esecuzione normale.

Firefox Lorentz (Firefox 3.6.3plugin1) è a tutti gli effetti in Firefox 3.6.3 ma include questa nuova funzionalità (per ora solo per Windows e Linux).
I plugin che trarranno beneficio dall’esecuzione ‘separata’ sono al momento Adobe Flash, Apple Quicktime e Microsoft Silverlight.

Attenzione: installare Firefox Lorentz sovrascriverà la vostra installazione di Firefox che avete sul pc.
Non perderete i vostri bookmarks o la history ma non è garantita la compatibilità con gli add-ons che avete installato.

In qualsiasi momento potrete disintallare Firefox Lorentz e tornare ad una versione stabile di Firefox. I vostri dati infatti (Bookmarks, history, estensioni e add-ons) resteranno nel vostro profilo personale.

Essendo una versione ancora in fase di test se ne sconsiglia l’uso in ambito produttivo.

Potete scaricare Firefox Lorentz qui

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
1 commento a “Firefox Lorentz. Ora anche Firefox esegue i plugin in processi separati”

Mambrone, ci tieni aggirnati su quando diventa disponibile una versione più stabile?

Inviato da john bubuz il 9 aprile 2010 alle 15:33
Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.