Process Hacker: il task manager definitivo

process-hacker

Chi usa sistemi Windows putroppo conosce bene il task manager del sistema operativo.

Questo strumento viene usato molto spesso per verificare e comprendere i processi attivi in un determinato istante sul proprio pc e troppe volte per terminare dei processi che non rispondono più al controllo dell’ Os.

Process Hacker è un ottima alternativa opensource al Task Manager di Windows. E’ uno strumento altamente professionale con una miriadi di informazioni a disposizione dei più esperti.

– Fornisce un Un elenco completo dei servizi e il pieno controllo su di essi (start, stop, pausa, ripresa ed eliminazione)
– Elenco delle connessioni di rete dettagliatissimo
– Per ogni processo il programma fornisce le storia delle prestazioni, la lista di eventuali processi figli, variabili di ambiente collegati al processo e mappa della memoria virtuale.
– Trova processi nascosti e li termina (molto utile per la difesa dai rootkit)
– Dll injection e unloading
– Possibilità di sostituire permanentemente il Task Manager di Windows

Insomma Process Hacker è un vero e proprio coltellino svizzero dei processi di Windows.
Per un corretto utilizzo del programma e per comprendere a fondo le grandi potenzialità del programma vi consiglio la guida sul sito del progetto con attenzione alla categoria hacking.

Il programma è compatibile con Windows Xp e superiori, Vista 32 Bit.
Richiede .NET Framework 2.0
Testato poco ma funzionante anche con Windows 7
Scaricate il programma da qui

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
3 commenti a “Process Hacker: il task manager definitivo”

io da sempre utilizzo process explorer , della sysinternals che qualche tempo fa è stata acquisita dalla microsoft… cercate sysinternals e trovere il process explorer.. un semplice eseguibile che fa tutto quello riportato quassù e molto altro…

PaK

Inviato da pak il 24 giugno 2009 alle 18:16

x PAK:

ma esiste in italiano? l’ho trovato solo in eng …

Inviato da John Bubuz il 24 giugno 2009 alle 19:55

[..un semplice eseguibile che fa tutto quello riportato quassù e molto altro…]

Ah Ah Ah ! bella questa, PAK !

Comunque, senza niente togliere al buon Procexp.. ma Process Hacker è molto più avanti rispetto al primo.
Sopratutto per la funzione “kill” che fa esattamente quello che deve fare.. senza tante storie.
Fai delle prove tu stesso e vedrai la vera potenza!
Se solo ti fossi preso la briga di provarlo, non avresti postato in quel modo.
Non è una critica, anzi. Se mai un invito a provarlo ;)

Inviato da Nicolino il 12 febbraio 2011 alle 07:13
Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.