Bmw GINA: la concept car flessibile

Questo progetto ha davvero dell’incredibile.

GINA sta per Geometry INfinite Adapdations

Un design straordinario e una leggerezza strutturale incredibile.
Un auto malleabile e capace di mutare il proprio aspetto a seconda dei gusti del guidatore

Come si ottiene questo miracolo?
Un tessuto elasticizzato ricopre dei “prolungamenti” del telaio, mobili ed elettro-attuati, così da ottenere una resa estetica differente alla semplice pressione di un pulsante.
Anche l’interno si può adattare al movimento dei pannelli.

Godetevi il video


 

Se invece volete una fotogalleria date un’occhiata qui

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
4 commenti a “Bmw GINA: la concept car flessibile”

Gentile redazione,
in riferimento alla pubblicazione di questo articolo volevo informarvi che l’inventore ed ideatore dei rivestimenti esterni per auto in qualsiasi materiale,sono io il titolare dal 2006 con il brevetto n°0000091380 concesso dal Ministero delle attività produttive,pertanto a detta anche dell’ufficio legale della BMW,in effetti anche secondo loro il mio brevetto consiste in questo….però non vogliono sedersi al tavolo della trattativa,ed hanno chiuso ogni possibilità di colloquio, pertanto sto iniziando una campagna per rendere noto quest’accaduto,il quale è stato copiato anche dalla Peugeot ,che ha esposto a Parigi una 1007(youtube Peugeot showroom Champs Elysee) rivestita di stoffa,la quale però dopo la mia diffida è stata prontamente tolta dalla vetrina…sono a vostra disposizione per chiarimenti e prove di quanto sopra menzionato,vi ringrazio se vorrete aiutarmi in questo,cordiali saluti saluti.
Giuseppe Bianco
info@skincar.it

Inviato da Giuseppe il 11 dicembre 2008 alle 16:44

News | Abbigliamento e Tessile

Auto/ Stilista denuncia Bmw: mi ha copiato. Indaga procura Roma
28/02/2009 11:52

La Bmw ‘Gina’ è stata premiata come concept car, ma l’idea del rivestimento in stoffa della carrozzeria, sarebbe una idea copiata ad un italiano. E’ questo il contenuto di una denuncia-querela presentata dallo stilista di moda Giuseppe Bianco, titolare di diversi marchi di moda giovane, […segue]

Inviato da marc il 3 marzo 2009 alle 15:58

Auto/ Stilista contro Bmw, Pm Roma delega indagini a Gdf

Investigatori delle Fiamme gialle ricostruiscono vicenda
Fonte: APCOM del 05/08/2009

La Procura di Roma ha delegato alla Guardia di finanza accertamenti rispetto all’indagine nata dalla denuncia contro la Bmw, presentata da uno stilista secondo il quale la casa automobilistica teutonica avrebbe copiato l’idea del rivestimento in stoffa della carrozzeria. Quel progetto è stato per attuato in una concept car, la Gina, acronimo di ‘Geometry and functions in ‘n’ adaptions, presentata in alcune rassegne di auto di lusso e per molto tempo ospitata nello stesso museo della Bmw, a Monaco. Secondo quanto si è appreso il pm Marcello Monteleone, dopo aver ricevuto una consulenza tecnica di parte, ha deciso di vederci chiaro ed ha dato disposizione agli investigatori della Gdf, prima di sentire lo stesso stilista, Giuseppe Bianco, e poi di ascoltare tutta un’altra serie di testi che erano stati indicati nell’esposto che era stato depositato nei mesi scorsi a piazzale Clodio dal difensore del piccolo imprenditore, l’avvocato Carlo Cirillo. Nella denuncia si spiega che Bianco, nel 2005, ha ideato un esclusivo procedimento con il quale si poteva applicare qualsiasi rivestimento, dalla pelle, alla stoffa, ai materiali più tecnici, sulla carrozzeria esterna di auto e motoveicoli “rendendo i rivestimenti stessi impermeabili e resistenti agli agenti atmosferici”. Dopo la registazione del brevetto, l’esposizione al Motorshow di Bologna nel 2006, un servizio televisivo del Tg5, Bianco era tranquillo, sicuro di aver inventato qualcosa d’innovativo. Ma ecco che in pieno 2008 lo stilista scopre che la Bmw ha presentato la Gina. E allora ricorda la visita, nello stand che aveva a Bologna, di un manager della casa tedesca che si disse molto interessato alla sua scoperta. Nella consulenza svolta dal perito Corrado Cesaroni, si legge: “Il modello Bmw non ha capacità distintiva rispetto ai prodotti che incorporano il disegno o modello registrato da Bianco”.

Inviato da marc il 7 agosto 2009 alle 11:35

Nuove notizie sulla mia querela per plagio alla Bmw per la Gina.
Ecco quanto accaduto a tutt’oggi 30/01/2010,sono venuto a conoscenza che la BMW ha depositato per la “Gina” il 04/04/2008
un brevetto con la stessa classificazione (12.08) di quello da me depositato il 21/04/2006 e rilasciato il 22/2/2008 con n° 0000091380, il loro invece è chiaramente posteriore,poichè è stato rilasciato con n°000908843-0001 in data
02/03/2009 e cioè ben dopo un anno…..! Hanno chiaramente invaso il mio campo brevettuale… Tutto quanto sopra è riscontrabile sul sito dell’UIBM, http://www.uibm.it alla sezione visure brevetti.Grazie a tutti.
Lascio giudicare a voi….. attendo vostri commenti.

Inviato da marc il 31 gennaio 2010 alle 08:56
Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.