L’ormai famoso hacker Maxxuss, noto ormai, come colui il quale è riuscito a craccare MacOsX per X86 torna all’attacco, ma questa volta prende di mira Skype.

Il famoso programma Voip permette la conferenza vocale fino ad un massimo di dieci persone in contemporanea ma solo se nel sistema c’è un processore Intel dual-core.

L’hacker è riuscito invece con un’opera di reverse engineering (?) a rimuovere questa limitazione e rendere disponibile la stessa funzionalità anche per i processori AMD e per tutti gli altri della famiglia Intel.

Sul suo sito Maxxuss fornisce assiema alla patch anche il codice sorgente della stessa, per chi come lui, ha voglia di mettere le mani nel ‘motore’ dei programmi

VAI AL SITO

1 commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.