P2P, la retromarcia di Urbani

Ha avuto vita breve il decreto Urbani, che prevedeva sanzioni severe per chiunque scaricasse dal web film coperti da copyright per uso personale.

La guerra non è ancora vinta ma i sostenitori delle libertà digitali tirano un sospiro di sollievo. Il ministro Giuliano Urbani ha infatti invitato i deputati che stanno esaminando il suo decreto alla Camera a cancellare dallo stesso le sanzioni previste a carico degli utenti o, più precisamente, a non sanzionare il download di file ad uso personale.

Nei prossimi giorni, dunque, la Commissione continuerà a lavorare sul decreto seguendo nuove direttrici. Da un lato si renderà omogeneo il trattamento per tutte le opere dell’ingegno e non solo per quanto riguarda i film, ma dall’altro si dovrebbe riuscire a superare il nodo che nel DL Urbani impegna i provider a svolgere un ruolo che non è quello del fornitore di servizi.

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
    Blin: 50 volte più veloce di BitTorrent?

    fonte: http://www.tomshw.it La cina si fa avanti: mentre noi ci affanniamo a discutere su quale sistema P2P sia più veloce, nel paese del...

    Scarica mp3 direttamente da web

    BeeMP3 è un comodo sito/servizio dove poter cercare mp3 scaricabile da web col protocollo http. Come tutti i servizi del genere beeMP3 non...

    Ono: come ti aumento la velocità di BitTorrent

    Alcuni sviluppatori della Northwestern University stanno lavorando per migliorare le velocità di download dei file attraverso il proocollo...

    I migliori 15 siti torrent

    Secondo i dtai di traffico Alexa questi sono i 15 siti torrent più amati dai navigatori. Avete altri siti preferiti da segnalare? 1....

    P2P, la retromarcia di Urbani
    Orbit, per velocizzare i download

    Un valido download manager, forse anche troppo per essere gratuito. Il timore è che prima o poi possa diventare a pagamento e fare la fine di...

Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.