PeerBlock per scaricare in modo sicuro

peerblock

PeerBlock è un programma fondamentale per tutti coloro che scaricano dalle reti p2p e desiderano un minimo di sicurezza ed è l’erede del famoso PeerGuardian che al momento pare essere un progetto abbandonato.

Il programma si occupa di bloccare tutti gli accessi da e verso indirizzi IP ‘cattivi’.
Per cattivi si intende tutti quegli IP che appartengono a associazioni governative, associazioni anti piracy etc etc.

La politica di blocco degli indirizzi IP si basa su delle liste che il programma scarica periodicamente e che vengono aggiornate di frequente.
E’ possibile creare delle liste IP personali inserendo un qualsiasi IP o classe di IP.

Al momento della prima installazione è possibile selezionare il tipo di blocco che desideriamo in base al nostro utilizzo.

setup

– P2P organizzazioni anti p2p (opzione di default ottimo per chi scarica dalle reti p2p)
– ADS blocca server pubblicitari e server che raccolgono dati di navigazione
– SPYWARE blocca server spyware e adware
– EDUCATIONAL blocca i server delle istituzioni e università
– IMPORT/CREATE LIST importa o crea liste personalizzate

L’ultima opzione permette di bypassare queste regole per il traffico web (HTTP) quindi se selezionata le connessioni sulla porta 80 e 443 verranno comunque permesse.

Per capire se PeerBlock sta realmente funzionando basterà (dopo averlo lanciato) aprire il prompt dei comandi e eseguire un ping verso 3.0.0.0 un IP di proprietà di General Electric. In windows 7 comparirà la dicitura Errore generale mentre in Xp verrà segnalato una destinazione di rete non raggiungibile.

ping

Vi ricordo che non esiste un programma che rende del tutto sicuro scaricare dalla rete e anche PeerBlock non puo garantire nulla se non un minimo di privacy in più.

Il programma è compatibile con tutti i sistemi Windows ed è scaricabile gratuitamente da qui

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
1 commento a “PeerBlock per scaricare in modo sicuro”

che poi non è altro che il peerguardian2 rivisto ma sempre ottimo ;)

Inviato da arto il 10 novembre 2009 alle 16:35
Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.