Terremoto in Giappone. Google attiva il suo Crisis Response

In risposta al tremendo sisma che ha colpito il Giappone e al conseguente Tsunami che si è generato Google ha prontamente attivato il suo servizio di Crisis Response.

Come già fatto per il terremoto in Cile e altre catastrofi naturale nella pagina di Google viene ripresentato il Person Finder: lo strumento che permette a chiunque di inserire o ricercare notizie di persone ‘disperse’.

Al momento in cui scrivo il database delle informazioni comprende dati relativi a 2300 persone ma ovviamente il db è in continuo aggiornamento.

Nella pagina sono presenti inoltre utili link per aggiornare in tempo reale la situazione Tsunami, le mappe dell’epicentro e i continui aggiornamenti che arrivano da Twitter.

Ecco alcuni video già presenti su YouTube dove potete vedere la potenza del sisma:

e

Trovate il sito di Crisis Response qui

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
1 commento a “Terremoto in Giappone. Google attiva il suo Crisis Response”

Che popolo i Giapponesi, terremoto devastante, c’è ancora la corrente e addirittura le commesse si occupano di tenere in piedi gli scaffali e si sente la cassa che sta ancora lavorando. Incredibili, hanno un’efficenza spaventosa, venisse da noi, mi auguro di no, saremo rasi al suolo. Il Giappone ha sempre guardato al futuro, ecco perché nel presente non ha apocalissi. Spero solo che le centrali nucleari abbiano retto

Inviato da axox il 11 marzo 2011 alle 12:41
Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.