Ecco una semplice guida per verificare se il vostro pc Windows è attualmente protetto contro il ransonware WannaCry che ultimamente ha creato molti problemi in tutto il mondo.

Prima di tutto se siete tra coloro che aggiornano periodicamente il vostro Windows molto probabilmente non dovrete far nulla poiché la stessa Microsoft ha provveduto a distribuire le patch negli ultimi aggiornamenti di sicurezza.

Ecco invece cosa controllare se non siete sicuri.

Aprite il Pannello di Controllo e cliccate sull’icona Programmi e funzionalità.
Alla vostra sinistra selezionate Visualizza aggiornamenti installati e ordinate per data selezionando Installato il.

Windows 7 e Windows Server 2008 R2
Controllare la presenza di queste patch

  • KB4019264, aggiornamento cumulativo di maggio, 2017-05
  • KB4015552, anteprima aggiornamento cumulativo di aprile 2017
  • KB4015549, aggiornamento cumulativo di aprile 2017
  • KB4012215, aggiornamento cumulativo di marzo 2017
  • KB4012212, aggiornamento cumulativo di marzo 2017 (solo patch di sicurezza)

Se almeno una di queste patch è presente siete al sicuro.
Se così non fosse scaricate questa patch KB4012212 (32 o 64bit)

Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2
Controllare la presenza di queste patch

  • KB4019215 aggiornamento cumulativo di maggio, 2017-05
  • KB4015553 anteprima aggiornamento cumulativo di aprile 2017
  • KB4015550 aggiornamento cumulativo di aprile 2017
  • KB4012216 aggiornamento cumulativo di marzo 2017
  • KB4012213 aggiornamento cumulativo di marzo 2017 (solo patch di sicurezza)

Se gli aggiornamenti non sono presenti scaricate almeno la patch KB4012213

Windows Vista
Controllare la presenza di questa patch

  • KB4012598

Se non fosse presente scaricatela da qui

Windows 10
Premete i tasti Windows+R quindi digitare winver e premere Invio.

Se leggete Versione 1703 il sistema è già in sicurezza.

Nel caso in cui comparisse “Versione 1607” controllare il numero di build accanto:
il sistema è sicuro se appare 14393.953 o versioni successive.

Nel caso in cui si leggesse un numero di build precedente oppure “Versione 1511” o, addirittura, “Versione 1507“, si dovrà aggiornare all’ultima versione di Windows 10.
Per farlo seguite questa guida

Windows XP, Windows Server 2003 e Windows 8

Questi sono sistemi operativi non più supportati da Microsoft, tuttavia vista la gravità del problema la casa di Redmond ha rilasciato le patch di sicurezza.
Ecco la patch KB4012598

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.