Creare un disco per il reset della password in Windows

Dimenticata la password di Windows? Non riuscite più ad accedere al vostro sistema nonostante tutti i vostri tentativi?

Sembra assurdo ma capita spesso di sentire persone che non ricordano più la loro password di accesso a Windows.

Esistono vari tool  per scovare la password dimenticata e il più utilizzato e famoso di tutti è Ophcrack.

Possiamo prevenire questo tipo di problemi usando un tool messo a disposizione di Windows stesso.
Unico svantaggio è che questa procedura va effettuata PRIMA che la password venga dimenticata :)

Per iniziare abbiamo bisogno di un floppy o meglio di una pennetta USB.

Accediamo al pannello di controllo di Windows e andiamo sulla voce  Modifica dell’account utente

Come vedete sulla destra c’è la voce Crea un disco di reimpostazione password

Clicchiamo e iniziamo la procedura guidata per la creazione del disco per la reimpostazione della password.

ATTENZIONE: se non viene rilevato un dischetto o una penna USB la procedura non parte

A questo punto rilevata la pennetta USB basta selezionarla e procedere con avanti

Vi verrà chiesto a questo punto di inserire la password attuale del vostro account utente.

Inseritela e dopo qualche secondo la procedura sarà terminata con la scrittura di un file ‘userkey.psw’ sul vostro dispositivo di memorizzazione esterno.

Se volete testare che tutto funzioni a dovere a questo punto riavviate il computer e alla schermata di login inserite una password errata.
Vedrete comparire la dicitura ‘Reset password’ o ‘Reimposta password’ a seconda della lingua del vostro OS.

Inserite la chiavetta o il dischetto  e procedete alla reimpostazione della password (vi verrà chiesta 2 volte per conferma) e l’eventuale suggerimento per non scordarla di nuovo

Va precisato che la procedura funziona per singolo utente. Se sul vostro pc avete ad esempio 4 utenti dovrete creare 4 ripristini differenti.
Se invece cambiate la password dopo creazione del disco di ripristino non è necessario rifare la procedura stessa.

Guida vivamente consigliata a chi ad esempio deve condividere il proprio pc con altre persone e non vuole trovarsi davanti a problemi di accesso derivanti da un cambio password non voluto.

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.