ShellFolderFix: ricorda posizione e dimensione finestre in Windows 7

Gli utenti più attenti di Windows 7 si saranno sicuramente accorti che nel nuovo sistema operativo Microsoft non è possibile far ricordare al sistema la posizione e la dimensione delle finstre.

Questa funzione è disponibile nei sistemi operativi precedenti al 7 ed è comodissima per chi ad esempio lavora con due monitor.
Con Windows 7 non essendo possibile registrare la posizione e la dimensione delle finestre ogni volta l’utente deve riposizionarle alla loro apertura.

Per risolvere questo problema, che può sembrare futile, ma che invece a mio avviso è molto fastidioso ci viene in aiuto ShellFolderFix.

Il programma è disponibile sia in versione con installer che in versione portable.
Disponibili le versioni a 32 o 64 bit.

Gira tranquillamente in background occupando circa 8 mega di memoria.

Come potete vedere dall’immagine dei settaggi le impostazioni sono molto semplici.
Il programma per default ricorda la posizione di 500 finestre massimo ma è possibile aumentare questo valore nei settaggi.

ShellFolderFix risulterà utilissimo a coloro che tendono ad organizzare in modo preciso il loro spazio di lavoro.

Potete scaricarlo dal sito ufficiale qui

CONDIVIDI
ARTICOLI CORRELATI
1 commento a “ShellFolderFix: ricorda posizione e dimensione finestre in Windows 7”

Buongiorno.
Cerco un modo per mantenere fissa la struttura delle cartelle della rete di uno studio professionale. Sarebbe preferibile che la struttura delle cartelle del disco su cui lavorano tutti sia rigida (e modificabile solo da uno o due user). Tutti dovrebbero poter scrivere NELLE CARTELLE, ma non CREARE, CANCELLARE, SPOSTARE o MODIFICARE le cartelle.
Gli utenti non dovrebbero modificare questa struttura (per esempio cancellare un’intera cartella, spostarne una dentro un’altra, ecc.), come purtroppo a volte capita accidentalmente.
Nella ricerca sul web ho trovato questo SHELLFOLDER FIX, ma a quanto pare non serve al mio obiettivo.
Grazie e a presto.
Roberto

Inviato da Roberto il 28 ottobre 2010 alle 11:52
Lascia un commento

Captcha - risolvi l\'operazione per inviare il commento * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.